news in picture RSS feed" href="http://www.oamarc.com/rss/picture"> (function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-3364775-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');

MURO PIEZOELETTRICO
2012 - ROMA/SALERNO- ITALIA - Green Boulevards

Il progetto crea una forte relazione tra le infrastrutture (l'autostrada A1 e le rotaie), con il territorio tra Roma a Salerno. Si rivede il concetto comune dei cartelli stradali per una nuova idea che può essere più visibile e dà informazioni più precise sulle bellezze e riferimenti culturali che si trovano nelle vicinanze in modo che possa aumentare la curiosità e la conoscenza dei viaggiatori e allo stesso tempo collegare infrastrutture di grandi dimensioni con la comunità locale .


Questi pannelli producono energia; le immagini del pannello sono creati da una molteplicità di piccoli fogli che sono liberi di fluttuare e che contengono chip piezoelettrici e pellicole solari che sfruttano il vento, la pioggia e l'energia solare , semplicemente galleggiare dalla forza del vento o lo spostamento dalla caduta di gocce d'acqua (energia piezoelettrico) e catturare la luce da pellicola solare (energia solare). Questo tipo di produzione di energia è particolarmente indicato nell'area del progetto in quanto la struttura che sostengono questi fogli , viene posizionato intorno l'autostrada e le rotaie e può trasformare la circolazione dei veicoli in energia elettrica: infatti il ​​movimento d'aria provocato dal passaggio di automobili, camion o treni aumenteranno l'oscillazione dei pannelli, poi una certa energia sarà aggiunta a quella creata dalle condizioni atmosferiche che sono presenti nella zona , il vento, in particolare il Libeccio da sud-ovest e il sole da cui prende il nome l'autostrada, autostrada del Sole.


Il progetto è in grado di comunicare, dare informazioni, promuovere eventi e può anche sfruttare al meglio le potenzialità energetica dell'ambiente circostante naturale e artificiale . La struttura che supporta il progetto è semplice , leggero e può essere molto flessibile adattandosi alle diverse condizioni geografiche o avere forme diverse a seconda delle esigenze .

cliente
New Italian Blood
awards
 
team
OAM Architecture, Itinerant Office, Matteo Pettinaroli
  • pdf version