news in picture RSS feed" href="http://www.oamarc.com/rss/picture"> (function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-3364775-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');

PONTE PIXELATO
2012 - AMSTERDAM - OLANDA - Ponte urbano

Il progetto "Ponte Pixelato" è collocato nella zona est di Amsterdam e ha l'obiettivo di collegare l’Ermitage con la riva opposta del fiume, che presenta caratteristiche prevalentemente residenziali. Le due banchine sono separate dal Canale Amstel, uno dei canali più importanti e più ampi in Amsterdam.


La distanza tra le due sponde è di circa 90 mt.
L' obiettivo principale del progetto è quello di essere integrato con l'ambiente, in particolare con il canale Amstel, e allo stesso tempo diventare una nuova icona per la città . Il "Ponte Pixelato" deriva dalla generazione di una superficie modulare composta da blocchi larghi 2x2mt e spessi 0,3 mt, la cui caratteristica principale è quella di adattarsi alle diverse esigenze del ponte in modo più flessibile.


Il ponte si inserisce nel quartiere tenendo conto delle sue caratteristiche urbane, prestando particolare attenzione ai collegamenti che verranno creati dalle due banchine: quello del museo Hermitage, più pubblico, e quello opposto, più privato, tipico di un quartiere residenziale. Il ponte crea un collegamento diretto con il museo Hermitage, quasi come sarebbe un'estensione del museo stesso. Il piccolo spazio, che si trova oggi di fronte ad essa , sarà trasformata in un luogo in cui si svolgeranno gli eventi della città, rivolto a tutti: abitanti, visitatori e lavoratori.


Il lato del ponte che deve essere collegato alla banca del Hermitage dispone di larghezza di 24 mt, ci si deve confrontare con la massa del museo che è un edificio in stile classico di circa 13.000 metri quadrati; in questo lato si è concentrato tutte le funzioni principali del ponte. Il caffè e le sue strutture sono state collocate sul livello dell'acqua in modo da creare un forte rapporto con il canale e per essere facilmente accessibile per tutti gli abitanti delle città, turisti e le persone disabili; vicino al cafè è anche previsto un po 'di spazio per parcheggiare e riparare biciclette. L'edificio dell’amministrazione è su due livelli ed è l'unico volume che esce dal ponte , per questo motivo può anche fornire informazioni oltre ad avere dirigerà le funzioni amministrative.


Vicino a questa unità c'è uno spazio dove le persone possono riparare le loro biciclette. In questo modo per le persone è possibile riparare rapidamente le loro biciclette passando il ponte o, se hanno più tempo, è anche possibile andare giù con una rampa al luogo situato vicino alla caffetteria.
La parte centrale è molto più alto, circa 5 metri dal livello dell'acqua, in modo da lasciare che le barche possano passare al di sotto. Prendendo i vantaggi del’altezza del ponte , si è deciso di aggiungere terrazze panoramiche per avere punti di vista privilegiati sui canali di Amsterdam.

Forniamo anche un altro punto in cui la piccola barca può passare , perché è solo 2,4 mt sopra il livello dell’acqua del canale.
La sponda opposta , che è in relazione con la scala urbana, è composta da piccole terrazze che, utilizzando i moduli 2x2x0,3mt e grazie al fatto che essi sono posti su diversi livelli , crea un ambiente nuovo e privato​​, portando le persone più vicino all'acqua, creando un rapporto intimo e personale con il fiume.

La struttura è composta da cemento e in appoggio sui due moli mentre nella parte principale è sostenuto da due pilastri che sono posti in corrispondenza del caffè. Il calcestruzzo è dipinto in diverse tonalità verdi che vanno dal verde scuro al bianco , per sottolineare il pendio di una montagna e rendere riconoscibile il modulo.

Alcuni dei moduli sono stati divisi in un mezzo per creare sedie e tavoli, ma al tempo stesso mantenendo il modulo originale visible. La composizione modulare prefabbricata diminuirà i costi di costruzione e i tempi di produzione. Inoltre, questa modularità ricorda i metodi costruttivi tipici delle case di Amsterdam, costruite in mattoni.

cliente
[AC-CA]
awards
 
team
OAM Architecture, Itinerant Office, Gabriele Rovati
  • pdf version